Tu sei qui

LIU 1856 JO STIVALETTO 1856 DONNA 1856 LIU STIVALETTO 1115847200090 00501a 60f172

LIU 1856 JO STIVALETTO 1856 DONNA 1856 LIU STIVALETTO 1115847200090 00501a   60f172
Anno di redazione: 
2002
Fiorenzo Facchini

.

I. Introduzione - II. Le fasi dell’evoluzione umana - III. La cultura, rivelatrice dell’umano nell’uomo - IV. L’emergenza dell’homo religiosus - V. Origini dell’uomo, teorie dell’evoluzione e rivelazione biblica.

Confrontandosi con la natura che lo circonda, l’essere umano osserva il suo naturale collegamento con il mondo animale, col quale condivide gran parte delle sue funzioni vitali, ma percepisce allo stesso tempo la sua singolarità e la sua emergenza. Egli è depositario di un’identità che appartiene solo a lui e che certamente suscita degli interrogativi quando giudicata sullo sfondo del suo ambiente, il pianeta terra, ma anche in un contesto di ben più larga scala, come quello dell’universo fisico. Da un punto di vista fenomenologico, la singolarità e l’emergenza dell’uomo si manifestano in molteplici modi: nella capacità di adattare a sé, in modo progettuale, l’ambiente in cui vive e di adattarsi convenientemente ad esso; nel linguaggio, che gli permette forme di comunicazione universali e simboliche che astraggono dalla concretezza e dall’immediatezza della sua vita istintiva; nella sua capacità di comprensione del mondo naturale, di cui sa prevedere il comportamento e guidarne la trasformazione; nella sua continua tensione verso mete sempre maggiori di conoscenza e di volizione che costruiscono la sua storia. Ma la peculiarità dell’essere umano si riconosce in modo più generale nella sua capacità di cultura e nella presenza di una dimensione religiosa, che lo conduce ad interrogarsi sul senso dell’esistenza, sulla libertà e la moralità dei suoi atti, sull’origine e sul fine di tutte le cose.

Fin dagli albori dell’epoca classica, la riflessione filosofica ha segnalato il motivo di tale emergenza nella presenza, nell’uomo, di un’anima spirituale che trascende la materia e che lo pone pertanto in una condizione unica rispetto agli altri animali, conducendo così a definirlo, con Aristotele, come «animale razionale». Le “narrazioni delle origini” trasmesse dalle religioni della terra ne suggeriscono, sebbene con racconti di significati assai diversi, un suo collegamento con un mondo divino, dal quale l’essere umano avrebbe tratto in definitiva la sua origine. La rivelazione biblica colloca l’unicità e l’emergenza dell’uomo nella sua condizione di creatura fatta a immagine e somiglianza di un unico Dio, secondo una dignità che il messaggio del NT arricchirà con la vocazione a conformarsi al Dio-uomo, Gesù Cristo, la cui incarnazione e redenzione costituiscono la definitiva rivelazione e compimento della verità dell’uomo.

.

Lo studio della ricostruzione storica della comparsa e dello sviluppo dell’uomo sulla terra, attraverso la paleoantropologia, la biologia, l’etnologia e le discipline ad esse collegate, ha pertanto offerto un terreno di dibattito fra la religione e le scienze, specie a partire dal XIX secolo, quando si è cominciato a comprendere che tale ricostruzione poteva essere svolta solo in un quadro evolutivo, fatto di lunghi sviluppi e di lente trasformazioni . Nel mondo occidentale, tale dibattito ha preso forma dapprima nel confronto, e poi nel tentativo di composizione, fra la narrazione biblica dell’origine dell’uomo ed i dati provenienti dalle scienze. In questo contributo ci occuperemo di questo tema secondo un itinerario principalmente paleoantropologico ed evolutivo, teso ad individuare l’identità biologica e culturale dell’essere umano, per accedere poi ad alcune risonanze di ordine filosofico e teologico, lasciando alle altri voci di quest’opera il compito di percorrere itinerari complementari, ma non indipendenti. Analogamente a quanto accade nel confronto fra scienza e fede in altre discipline, come ad esempio la cosmologia, i cammini esplorati dalla scienza per risalire ad una spiegazione “degli inizi” non vanno visti in alternativa dialettica con quanto, attraverso fonti e metodi diversi da quelli delle scienze sperimentali, l’uomo apprende circa “le sue origini”.

  

Documenti della Chiesa Cattolica correlati: 
DH 239; DH 443; DH 1363; Concilio Lateranense IV, DH 800; Concilio Vaticano I, DH 3001; Pio XI, DH 3771; Pacem in terris, DH 3955; Humani generis, DH 3896-3899; Lumen gentium, 13; Gaudium et spes, 3, 12-18; Giovanni Paolo II, Io credo. In Dio creatore del cielo e della terra, Catechesi del mercoledì, III, a cura di S. Maggiolini, Piemme, Casale Monferrato 1987, pp. 43-59. Giovanni Paolo II: Discorso ai pertecipanti a un convegno su “Fede cristiana e teoria dell’evoluzione”, 26.4.1985, Insegnamenti VIII,1 (1985), pp. 1130-1133; Messaggio alla Pontificia Accademia delle Scienze, 22.10.1996, EV 15, 1346-1354.

  

Bibliografia: 

Aspetti scientifici: W. SCHMIDT, Manuale di Storia comparata delle religioni (1933), Morcelliana, Brescia 19494; G. SIMPSON, Il significato dell'evoluzione. Storia della vita e del suo valore. Bompiani, Milano 1954; T. DOBZHANSKY, L'evoluzione della specie umana, Einaudi, Torino 1965; A. LEROI-GOURHAN, Le religioni della Preistoria, Rizzoli, Milano 1970; M. ELIADE, Il sacro e il profano, Boringhieri, Torino 1976; E. BONÉ, Les sépoltures néanderthaliennes, in “Les origenes humaines et les époques de l'intelligence”, Masson, Paris 1978, pp. 239-250; P. GRASSÉ, L'evoluzione del vivente, Adelphi, Milano 1979; L. CAVALLI SFORZA, M.W. FELDMAN, Cultural Transmission and Evolution, Princeton Univ. Press, Princeton 1981; J. CARLES, Monogénisme ou Polygénisme. Les leçòns de la génétique, “Recherche et avenir” 3 (1983), pp. 355-366; J. PIVETEAU, Origine et destinée de l'Homme, Masson, Paris-New York 1983; Y. COPPENS, La scimmia, l'Africa, l'uomo, Jaca Book, Milano 1984; A. BROGLIO, J. KOZLOWSKI, Il Paleolitico, Jaca Book, Milano 1987; E. ANATI, Origini dell'arte e della concettualità, Jaca Book, Milano 1988; E. BONÉ, La religione dell'uomo preistorico, “Synesis” 5 (1988), n. 1, pp. 27-42; Y. COPPENS, Ominoidi, Ominidi e Uomini, Jaca Book, Milano 1988; Ph. TOBIAS, Paleoantropologia, Jaca Book, Milano 1992; J. PIVETEAU, La comparsa dell'uomo, Jaca Book, Milano 1993; F. FACCHINI, Il cammino dell'evoluzione umana, Jaca Book, Milano 19952; T.W. DEACON, The symbolic species. The coevolution of language and the human brain, Allen Lane, London 1997; I. TATTERSALL, Il cammino dell'uomo, Garzanti, Milano 1998; F. FACCHINI, Il simbolismo nell'uomo preistorico. Aspetti ermeneutici e manifestazioni, “Rivista di Scienze Preistoriche” 49 (1998), pp. 651-671; F. FACCHINI, Evoluzione umana e cultura, La Scuola, Brescia 1999; F. FACCHINI, P. MAGNANI (a cura di), Miti e Riti della preistoria. Un secolo di studi sull'origine e il senso del sacro, Jaca Book, Milano 2000.

How families lived in their WWII backyard bomb bunkersIrregular Choice Ooh La La Scarpe Donna rosso oro Tessuto Scarpe La Impermeabile Verde Estive Donna Traspirante Stile Cinghie ,Lollipops Sandaloetten braun Leder,Gli stivali da economici donna ,Kenneth Cole Reaction Sole Ness Ness Sole traforata Zeppa Sandalo In decorazioni Cerniera tacco gamba a gamba stivali T in di Comfort ,LARIANNA DONNA SCARPE DONNA LARIANNA TR8008 TACCO 8 AI18 b6cb4e ,Jeffrey Campbell Bedelia Velvet Thigh High stivali Stivali + stivaliies ,Keen Donna Keen Oakridge WP Scarpe Donna marrone Valore It ,In donna CAMPER Scarpe da Ginnastica HOOPS bianca BIANCO tessuto IaEBq disdain ,KUKI Mei autunno e inverno donna Short stivali Martin stivali ,Hot Sale Clarks Cloudsteppers Arla Kaydin Donna Ortholite Sandalo Lacoste Unisex Ginnastica Luce Scarpe Da Ginnastica Unisex Nero Jimmy Choo Donna Color carne Jimmy Choo tacco plateau 38 polvere Jenny Fairy Ts4212 02 Grigio Low Scarpe Espadrilles Espadrilles Lux Colmar Camoscio Donna 37 Scarpe da Ginnastica Bradbury Lacci Nero Glitter ,Idifu Donna Elegante Gradiente Spikes Tacchi A Spillo Low Top Slip ,Lacci Casual Tempo libero Sportivo Beige Acquista Stivali da Donna Igi&co Dpa 11642 tau 33599 1164266 33599 tau f5040e kebeerny La rossooute Collections Stivali Donna Pelle Chelsea Stivali Ideafarma SCHOLL Brittany Donna Colore Off bianca Marrone Misura 39,Liu Jo S67143P0131 Mocassino Donna Nero 39 B07637KHN6 [B07637KHN6 ,JANET E MANGO JANET 41208 SANDALO DONNA MANGO E CUOIO MainApps ,I43KGBY9DL Byblos Blu 677005 Scarpe da Ginnastica Blu gulliver collection neri ,LELLA BALDI OPEN TOE CALZATURA DONNA DECOLLETE PELLE NERO TOE Just Togs Nebraska H20 Field Field Field stivali donna EUR 34W RIF ,HYPER MD 6 Uomo Safety giallo Nero ASICS AustraliaIn Linea The Art Company 0454 0454 Memphis Creta Sandalo con ,Lesille plataforma sandalias negro fiesta Look señora talla de 40 In Linea Donna Camper peu senda scarpe da ginnastica basse donna ,.

Aspetti teologici ed interdisciplinari: J. LEJEUNE, Adam et Ève ou le Monogénisme, “Nouvelle Revue Théologique” 90 (1968), n. 2, pp. 191-196; E. GILSON, D'Aristote à Darwin et retour. Essai sur quelques constantes de la biolophilosophie, Vrin, Paris 1971; T. DOBZHANSKY, , Teilhard de Chardin and the orientation of evolution. A critical essay, “Zygon” 3 (1976), pp. 245-258; J. AUER, Il mondo come creazione, Cittadella, Assisi 1977; L. BOUYER, Il Figlio eterno, Paoline, Alba 1977; V. MARCOZZI, I problemi delle origini dell'uomo e la Paleontologia, “Gregorianum” 59 (1978), pp. 511-535; M.-J. NICOLAS, Evoluzione e Cristianesimo. Da Teilhard de Chardin a s. Tommaso d'Aquino, Massimo, Milano 1978; V. MARCOZZI, Però l'uomo è diverso, Rusconi, Milano 1981; J. RIES, Il sacro nella storia religiosa dell'umanità, Jaca Book, Milano 1982; GIOVANNI PAOLO II, Uomo e donna lo creò. Catechesi sull'amore umano, Città Nuova, Roma 1987; J. RUIZ DE LA PEÑA, Teologia della creazione, Borla, Roma 1988; C. SCHÖNBORN, Catechesi della creazione e teoria dell'evoluzione, “Communio” (1988), n. 100, pp. 30-46; E. ANATI ET AL., Le origini e il problema dell'homo religiosus, Jaca Book, Milano 1989; F. FACCHINI, Le origini dell'uomo: le ragioni della scienza e le ragioni della fede, “Sette e religioni” 1 (1991), n. 4, pp. 621-647; B. BOSCHI, Creazione nella Bibbia: terminologia, contenuti, modi espressivi, “Divus Thomas” 95 (1992), n. 3, pp. 9-30; G. Durand, Les structures anthopologiques de l'immaginaire, Dunod, Paris 1992; C. PAULOT, Science et création, Téqui, Paris 1992; L. GALLENI, Scienza e teologia, Queriniana, Brescia 1992; M. ARTIGAS, Le frontiere dell'evoluzionismo, Ares, Milano 1993; J.-M. MALDAMÉ, Cristo e il cosmo, San Paolo, Cinisello Balsamo 1995; A. GANOCZY, Teologia della natura, Queriniana, Brescia 1997; A. GESCHÉ, Dio per pensare. Il cosmo. San Paolo, Cinisello Balsamo 1997; G. MARTELET, Evolution et création, vol. I, Médiaspaul - Cerf, Montréal - Paris, 1998; A. SERRA, Le origini biologiche dell'uomo, “Civiltà Cattolica” 149 (1998), IV, pp. 16-30; J. ARNOULD, La teologia dopo Darwin, Queriniana, Brescia 2000.